Thursday, October 6, 2022

Un exploit su iPhone vale fino a 2 milioni di dollari

Zerodium alza i premi per chi fornisce exploit zero day. Due milioni di dollari per chi trova un hack su iPhone, un milione a chi viola WhatsApp. Le vulnerabilità per smartphone sono più pagate rispetto ai desktop.
Campidoglio a Washington DC

Elezioni USA 2020: corsi di cyberdifesa per i funzionari di seggio

Presidenti e funzionari di seggio imparano come difendere le elezioni presidenziali USA del 2020 da interferenze straniere.

Hack-back, l’Australia dice no alla “legittima cyber-difesa”

Mike Burgess, capo dell'Australian Signals Directorate (l'agenzia governativa che si occupa di crimine informatico e di cyberdifesa), si è recentemente espresso in maniera decisamente...

Battaglia legale fra il maggiore internet exchange al mondo e i servizi segreti tedeschi...

L'Internet Exchange di Francoforte - operato da DE-CIX - è il più trafficato al mondo, gestendo picchi fino a 6,4 Terabit al secondo. Per...

Pegasus ora può accedere ai file sul Cloud superando tutti i controlli

Pegasus, lo spyware di Stato dell'israeliana NSO, sarebbe ora in grado di accedere ai contenuti sul Cloud delle vittime, con il completo by-pass della 2-step verification.

Il garante della privacy britannico multa Equifax per 500.000 sterline

L'Information Commissioner's Office (il "garante per la privacy" del Regno Unito) ha comminato una multa di 500.000 sterline (circa 550.000 Euro) alla statunitense Equifax...
WhatsApp

Zero day di WhatsApp usato per distribuire spyware di Stato

Una vulnerabilità zero day di WhatsApp è stata usata per distribuire spyware su un numero imprecisato di smartphone. Citizen Lab afferma che lo spyware è simile al "malware di Stato" Pegasus di NSO.

Arrestati 3 membri del gruppo hacker Fin7

Il Dipartimento della Giustizia USA ha annunciato l'arresto di tre membri di spicco della banda di cyber criminali nota come "Fin7" (ma conosciuta anche...

Israele rilasserà le regole sulla vendita e sull’esportazione di armi cibernetiche

Israele: il Ministero della Difesa allenterà le regole sulla commercializzazione e l'esportazione di armi informatiche, gli esperti di privacy temono che vadano ad aziende private e governi repressivi.

I fondatori di NSO Group si riprendono l’azienda

Due fondatori di NSO Group, l'azienda israeliana che produce "spyware di Stato", sono tornati in controllo della stessa dopo averla precedentemente venduta a un gruppo di private equity.

Social media

24,784FansMi piace
10,110FollowerSegui